978 Views |  Like

Mi compro un ‘Fife’ con 31.000 euro: ecco come diventare armatore di una barca a vela d’epoca del 1930

Sul sito www.barchedepocaeclassiche.it è recententemente stato pubblicato un interessante articolo sulla possibilità di diventare coarmatore di uno splendido 15 metri del 1930 disegnato nientemeno che da William Fife. Un 8metri StazzaInternazionale battezzato Finola che è già pronto per la stagione velica.

Ve lo riproproniamo integralmente

 

Mi compro un ‘Fife’ con 31.000 euro: ecco come diventare armatore di una barca a vela d’epoca del 1930

 

finola_1930_foto_maccione__9_

Da oggi è possibile diventare co-armatore di Finola, una splendida imbarcazione a vela in legno lunga 14,58 metri varata nel 1930 dal leggendario cantiere scozzese Fife su progetto di William Fife III. Finola appartiene alla classe degli 8 Metri Stazza Internazionale, categoria di scafi protagonisti delle regate olimpioniche tra il 1908 e il 1936. La barca, perfettamente navigante, si sta preparando alla stagione velica 2018. Con poche migliaia di euro si può acquisire una quota di proprietà e possedere uno dei gioielli che hanno contribuito a scrivere pagine di storia dello yachting mondiale.

finola_1930_foto_maccione__6_finola_1930_foto_maccione__10_

DIVENTARE (CO)ARMATORE DI ‘FINOLA’

31.000 euro! Tanti ne bastano per possedere un sesto della proprietà di Finola, un classe 8 Metri S.I. (Stazza Internazionale) progettato e costruito nel 1930 dai Fife di Fairlie, in Scozia, una delle più importanti e influenti generazioni di costruttori navali del mondo. Si calcola che in tutto il pianeta siano state costruite circa 500 imbarcazioni appartenenti alla ex-classe olimpica degli 8 Metri S.I. (numero che non indica la lunghezza, pari a 14,58 metri, bensì il risultato di una formula di stazza). Finola è uno dei 200 scafi ancora in attività, ma soprattutto è un Fife, marchio paragonabile come prestigio solo alle autovetture di più alta gamma che possano esistere. Il suo simbolo, un drago dorato scolpito sul mascone di prua, è diventato da oltre un secolo segno distintivo di unicità ed eleganza. La barca, armata a sloop bermudiano, è costruita in fasciame di mogano, su ossatura in quercia e acacia con la coperta in teak e può esporre al vento una superficie velica pari a 90 metri quadrati. L’albero a due ordini di crocette e il boma sono in legno di spruce. Il motore entrobordo è un Nanni diesel da 21 cavalli. Chi lo desidera, contattando www.borascura.com (Giorgio Conventi +393476827678), può chiedere di essere ricontattato o ricevere informazioni in merito all’acquisizione di una o più quote di proprietà di Finola.

finola__gli_interni__1_

IL CONSORZIO

L’acquisto in comproprietà di una barca storica, sotto forma di consorzio o piccolo sindacato, è una formula già adottata nel settore della vela d’epoca. Alle regate che si tengono annualmente presso alcune delle più belle località del Mediterraneo, dall’Italia alla Francia alla Spagna, partecipano infatti tante barche condivise da diversi pool di armatori. In questo modo suddividono le spese di manutenzione, ma soprattutto sanno di avere sempre a disposizione un equipaggio per i trasferimentidella barca e la partecipazione alle competizioni. Gli aspiranti proprietari di Finola, attualmente dislocata in Adriatico, potranno decidere dove e a quali regate iscrivere la barca, quando e come impiegarla per vacanze, eventi o manifestazioni legate alla nautica tradizionale. Ogni anno la IEMA(International Eight Metre Association) organizza regate internazionali oltre ai consueti Campionati Europei e Mondiali di Classe.

finola_1930_foto_maccione__10_

DALLA SCOZIA IN MEDITERRANEO

Finola è stata costruita inizialmente per l’armatore inglese Herbert Johnson Hant e dopo il varo, con il numero velico K3, ha iniziato a regatare insieme a altri 8 Metri S.I. nell’Hamble, località nel sud dell’Inghilterra poco distante dall’isola di Wight, patria internazionale dello yachting dove è nata la Coppa America, il trofeo sportivo più antico del mondo. Nel corso della seconda guerra mondiale la flotta si è dispersa tra il Mediterraneo, il nord Europa e il nord America. Finola inizialmente ha stazionato a La Trinité-sur-Mer, località francese della Bretagna, per poi essere acquistata da un sindacato britannico che l’ha riportata a regatare nelle acque scozzesi del Clyde. Dopo essere appartenuta a un armatore portoghese e avere regatato nelle acque dell’Atlantico con il numero velico P107, nel 2006 ha lasciato Lisbona per l’Italia. Qui è stata sottoposta ad un importante restauro che nel 2012 le ha permesso di tornare a regatare nella zona di Trieste, dove nel 2016 si è aggiudicata il secondo posto nella categoria ‘Epoca’ in occasione della prima edizione del circuito di vele d’epoca dell’Adriatico patrocinato dall’Associazione Italiana Vele d’Epoca, al quale ha partecipato anche nel 2017 vincendo a Venezia il Trofeo Principato di Monaco.

FINOLA – LA SCHEDA TECNICA
Anno
 / Year: 1930
Cantiere / Shipyard: William Fife (Fairlie – Scotland)
Progetto / Naval Architect: William Fife III (Fairlie – Scotland)
Lunghezza f.t. / LOA: 14,58 mt
Lung. al galleggiamento / LWL: 10,60 mt
Larghezza / Beam: 2,60 mt
Pescaggio / Draft: 2 mt
Dislocamento / Displacement: 9 tons
Armo velico / Rig: Marconi sloop
Superficie velica / Sail area: 90 mq
Motore / Engine: Nanni diesel 21 hp

 

PER INFORMAZIONI:
www.borascura.com
E-mail: broker@borascura.com
Giorgio Conventi + 393476827678