Skip links

Admiral XForce145

Linee esterne decisamente innovative, design interno futuristico che si richiama in qualche modo alla fantascienza degli Anni ‘70, ma rivisitato con gli occhi di oggi, e un décor ricercato. Un ricco insieme di suggestioni e spunti estetici e formali quelli che vengono dall’Admiral XForce 145, sintesi dei valori di The Italian Sea Group creato nel 2013 da Giovanni Costantino.

Admiral xforce notturna

Il progetto dell’Admiral XForce 145 vede, accanto ai tecnici del cantiere, Dobroserdov Design per l’exterior design e l’architetto Gian Marco Campanino che, oltre a firmare l’interior design, ha contribuito a definire alcuni elementi del layout esterno. Lungo 145 metri e largo 19, l’XForce 145 non è un semplice esercizio di design.

SALONE 0005 - versione A - NOL

Basato sulla piattaforma navale del traghetto Messina, varato nel 2013 dai Nuovi Cantieri Apuania di The Italian Sea Group, è una concreta proposta per il mondo dei megayacht. Il layout esterno del nuovo Admiral, dal profilo molto basso, ha linee decise che definiscono il design generale, con un singolo, importante elemento di collegamento tra i ponti che si allunga a poppa creando il fly. Il tutto all’insegna delle trasparenze.

145 XF_3D_BOW LOUNGE_MD_02_003 - Copia

«È uno yacht dalle caratteristiche tecniconavali all’avanguardia come le vetrate estese e a tutta altezza» spiega Gian Marco Campanino. «Un gioco di trasparenze esaltato nella bow lounge: un osservatorio di navigazione integrato nella prua con vetrate laterali e una cupola trasparente come soffitto. Gli interni si sviluppano da parte loro con movimenti spaziali decisamente fluidi e contemporanei con la particolarità di ambienti che entrano uno nell’altro, realizzando spazi indivisi». Un esempio è la zona di poppa che ospita le due piscine e dove l’interior design ha dettato anche il profilo esterno. Qui le piscine sono collegate visivamente, con il fondo di quella all’aperto sull’upper deck che fa da lucernario a quella collocata due ponti sotto che è parte integrante del beach club ed è direttamente collegata con la zona spa.

145 XF_3D_BOW LOUNGE_MD_02_004

Una interconnessione orizzontale, ma anche verticale tra i ponti, che si realizza su tutto l’Admiral Force 145 ma che non intacca la privacy a bordo. L’utilizzo di quinte di separazione e di linee curve per le pareti, che seguono in qualche modo l’andamento delle linee  esterne dello yacht, assicura la massima privacy. Un aspetto che raggiunge il massimo sul ponte, lungo 55 metri, tutto riservato all’armatore. «Nella lobby d’ingresso alla suite, come in tutto lo yacht» prosegue Campanino, «il design e l’organizzazione degli ambienti prevede zone dedicate a ospitare opere d’arte».

MASTERSUITE_C9 - MONTATA NOL

Una vera promenade artistica nella galleria d’arte di un possibile armatore collezionista che viene esaltata dai preziosi materiali usati nel décor e negli arredi.

camera 0006 - VERSIONE B - NOL

Materiali che vengono dal territorio dove opera il cantiere. E quindi marmi di Carrara, bronzi delle fonderie della Toscana e metalli lavorati dell’eccellenza artigianale italiana come, per esempio, gli scenografici caminetti o il bassorilievo nella grande sala da pranzo che si fonde nel salone.

MASTERSUITE_C1- MONTATA NOL seconda versione

Un esempio di quel fluido continuum di ambienti che, con lo stile futuristico degli interni e le linee innovative all’esterno, crea il design affascinante e unico dell’Admiral XForce 145. La concreta proposta di un cantiere dalle grandi capacità produttive e un megayacht che, come recita lo slogan, è: born from experience.

Leave a comment

Name*

Website

Comment