Skip links

Arcadia Sherpa si è aggiudicato due riconoscimenti internazionali in settembre

Arcadia Sherpa ha vinto Il World Yachts Trophies 2016 nella categoria “Most innovative yacht” (dai 50 agli 80 Piedi) e il titolo di Barca dell’Anno 2016 nella categoria barca a motore.

img_4018

Sherpa è la new entry nella flotta del cantiere Italiano, leader nell’innovazione e nel progresso, che oggi dispone di una flotta composta da ben 5 modelli ARCADIA: Sherpa – 85 – 85-S – 100 – 115.
Ugo Pellegrino – Presidente di Arcadia Yachts commenta con soddisfazione: “Ancora una volta Arcadia Yachts ha saputo stupire presentando per la prima volta in acqua qualcosa di inedito. Un “piccolo/grande yacht “dal design rivolto al futuro” che mancava nella rosa di prodotti offerti sul mercato nautico. Una barca intelligente e compatta, che per le sue caratteristiche in rapporto alle dimensioni apre una nuova finestra anche a tutti gli appassionati dei grandi e sovra-motorizzati day-cruiser. Sherpa rappresenta infatti una soluzione alternativa per chi predilige la tranquillità di una navigazione a 18-20 nodi. Sherpa è per chi considera il minor consumo un valore aggiunto, non una rinuncia ad esibizioni di potenza. Sherpa è per chi vuole godere e far godere ai propri ospiti della comodità di grandi spazi conviviali al sole, oppure di serene conversazioni durante la navigazione su comodi divani, protetti da una ampia copertura”.

0x2a5236

Sherpa ha una lunghezza fuori tutto di 17,70m con una larghezza di 5,60m, resa ancor più evidente grazie al concetto di “open space” del pozzetto di poppa cui Arcadia ci ha ormai abituato fin dal suo debutto. Una dimensione compatta in grado di confermare tutti i fattori chiave degli yacht di dimensioni superiori presenti nella gamma del cantiere (spazi esterni /interni e delle superfici, carena efficiente e ad alte prestazioni, interni minimalisti e puliti). Sherpa può essere ben comparata ad imbarcazioni molto più grandi (65 ft) per la sua LWL (16,10m) e larghezza (5,60m).
L’efficiente rapporto lunghezza/larghezza dato dallo specifico scafo NPL é un altro fattore che contribuisce all’’incredibile volume dello yacht, allo stesso modo è certamente un fattore vincente per i potenziali clienti di yacht orientati verso queste dimensioni.
Ad occuparsi del design e dell’architettura navale di questo innovativo modello è stato, come da sempre in Arcadia, Guida Design, in collaborazione con il dipartimento tecnico di Arcadia Yachts. 

0x2a5252
Sherpa rappresenta la naturale evoluzione della flotta Arcadia verso imbarcazioni di dimensioni più ridotte. Questo stupefacente piccolo yacht riesce a mantenere intatte in solo 58 piedi, l’idea e le caratteristiche che rendono ogni Arcadia differente dal resto dei suoi concorrenti anche per aver dato agli spazi di bordo un nuovo concetto di distribuzione, mirato a previlegiare le aree più frequentate dagli ospiti, quale pozzetto di poppa, zona living e cabine.

img_2229-1

Nella progettazione di Sherpa uno degli obiettivi principali è stato il raggiungimento della massima flessibilità. Il cantiere propone una serie di configurazioni a seconda dell’utilizzo, quali day cruiser, shadow boat, supply vessel per mega-yachts, mini yacht d’appoggio a ville sul mare, o semplicemente un day-boat, un fisherman, etc. Offre due diverse opzioni di sovrastrutture. Open deck, sicuramente preferita dal mercato Mediterraneo, e Salon deck, per zone tropicali o molto fredde che fanno maggiore uso di are facilmente condizionabili.
Sherpa offre inoltre molte opzioni di layout: sono disponibili versioni da una, due e tre cabine.

img_2226

La versione Open, con il main deck utilizzato per la sua massima parte quale pozzetto di poppa, offre una superfice di oltre 40 mq completamente libera, un enorme terrazza sul mare che può essere configurata a piacimento dell’armatore con zone prendisole, divani, poltrone, tavolini, mobili contenitori e quant’altro, secondo le proprie esigenze di vita di bordo. Ma Sherpa si presta anche come barca d’appoggio per ville sul mare o mega-yachts, essendo al tempo stesso una divertentissima “party-boat” in grado di ospitare un numero sorprendente di invitati. Se l’armatore desidera una day-boat, questa tipologia d’uso suggerirebbe la specifica configurazione Open deck con una sola cabina per l’armatore. Un utilizzo invece per crociere e minicrociere, da parte di un armatore con giovane famiglia, vedrebbe la barca internamente configurata con un layout a 2/3 cabine.
Arcadia Sherpa presenta un nuovo concetto di sport flying-bridge – “Easy to close” – trasformabile in una piattaforma chiusa, completamente protetta dalle finestre laterali che possono essere sollevate fino a incontrare l’hard-top.

0x2a5252

Esattamente come accade per le auto, l’upper deck di Sherpa diventa “convertibile”. L’intera area ponte superiore, essendo dotata di aria condizionata, risulta molto piu flessibile e utilizzabile con qualsiasi condizione atmosferica, in climi molto caldi o in caso di maltempo – oppure lasciata aperta – come per qualsiasi tradizionale flying-bridge. Sherpa può essere utilizzato sia per day cruising sia per lunghe percorrenze (pesca oceanica…). Grazie alle elevate prestazioni dello scafo semi planante NPL – che offre consumi notevolmente ridotti – insieme al vano serbatoio supplementare – Sherpa garantisce elevate capacità di crociera stile “long-range”. Lo scafo NPL è una carena specifica che prende nome dal National Physical Laboratory of England dove sono stati condotti test per determinare la sua forma per il miglior rapporto tra lunghezza e larghezza in termini di efficienza idrodinamica. Questo scafo avanzato, unitamente alle sovrastrutture leggere, consentono prestazioni molto soddisfacenti con motori a bassa potenza.

img_2227-1

Il nuovo Arcadia Sherpa – con motori Volvo Penta IPS 600 – raggiunge una velocità massima di circa 20 nodi e offre velocità di crociera di 17 nodi. I motori Volvo IPS garantiscono una testata affidabilità ed un’eccellente maneggevolezza. La navigazione è favorita anche da un basso utilizzo del generatore, favorito dall’uso di energia elettrica (4KW) generata dai pannelli solari che coprono quasi l’intera sovrastruttura.
Le celle solari di ultima generazione sono integrate tra la superficie esterna e quella interna di vetrocamere all’interno delle quali sono montati i pannelli che ricoprono la maggior parte della sovrastruttura. Questo sistema avanzato ed ecologico fornisce energia sufficiente (4KW) ad alimentare molte attrezzature e sistemi di bordo – quali frigoriferi, circolazione dell’acqua, servizi igienici, luci, A/V, strumentazioni elettroniche – e a ricaricare le batterie.
Ogni pannello contiene un gas speciale chiamato Krypton, che garantisce un elevato coefficiente termo-isolante, fino a 18 ° di raffreddamento termico tra la temperatura interna ed esterna, l’equivalente di un muro di mattoni di circa 20 cm.

Leave a comment

Name*

Website

Comment