Skip links

NAVETTA 37, LA NUOVA AMMIRAGLIA DELLA LINEA SEMI-DISLOCANTE

Il nuovo super yacht, varati quest’estate nell’estate 2016, è il risultato di un approfondito percorso progettuale che ha coinvolto ingegneri, architetti e designer del Gruppo.

navetta-37L’obiettivo, raggiunto, è trasferire i valori di navigabilità, comfort, sicurezza e personalizzazione – da sempre nel dna Custom Line – in un prodotto rivoluzionario per stile, design e volumi, capace di offrire un’autonomia ai vertici della categoria.

Navetta 37 è lunga 37,04 metri (121,6 ft.) per 8 metri (26,3 ft.) di larghezza massima, con una carena interamente nuova e dotata di bulbo prodiero.

Il progetto dello scafo punta a raggiungere la massima efficienza in ogni condizione marina e offre la possibilità di scegliere fra ben 5 opzioni di motorizzazione, per rispondere alle diverse esigenze di navigazione della clientela.

Eccellenza nel senso più ampio ed elevato del termine: questo esprime la nuova Navetta 37, erede di tante generazioni di navi di successo griffate Custom Line, e al contempo maxi yacht all’avanguardia per tecnologia e design” – spiega Stefano de Vivo, Chief Commercial Officer di Ferretti Group.

DESIGN ESTERNO 

ext_cln37_02“Go Anywhere”: è questa da vent’anni la filosofia delle Navette firmate Custom Line, create per percorrere lunghe distanze in mare, godendo ogni istante della navigazione su navi che sono straordinarie opere di ingegneria navale.

Navetta 37 stupisce per le linee pulite, l’equilibrio dei volumi e l’attenzione riservata a ogni dettaglio, che la rendono innovativa donandole allo stesso modo uno stile senza tempo.

ext_cln37_09Nata dalla stretta collaborazione fra Comitato Strategico di Prodotto – all’interno del quale Ferretti Group può vantare la presenza dell’Ing. Piero Ferrari – Direzione Engineering e Studio Zuccon International Project, il nuovo super yacht è caratterizzato da forme armoniche, risultato della volontà di sfruttare in maniera meticolosa la plasticità dei materiali per creare nuovi stilemi.

Questa coerenza generale emerge, ad esempio, nelle grandi finestrature dei ponti e nello scafo, disegnati in assoluta continuità stilistica e con l’obiettivo di creare un dialogo estetico che rende Navetta 37 un unicum concettuale. Linearità, essenzialità e leggerezza formale esprimono al contempo grande solidità e forza. In particolare, è il nuovo disegno della parte anteriore dello scafo a impressionare.

ext_cln37_11Elevandosi fino al primo ordine di sovrastruttura, la prua mostra potenza e carattere, conferendo al super yacht una presenza in acqua davvero importante. Tutto questo a favore di volumi interni ancora più spaziosi, come nella favolosa suite padronale wide body sul ponte di coperta.

ZONA DI POPPA 

Navetta 37 si fa apprezzare sin dalla zona poppiera, dove le innovazioni presentate dal brand sugli ultimi modelli – Navetta 28 e Custom Line 108’ – si traducono in spazi ancora maggiori per il relax degli ospiti.

Il sistema brevettato Dual Mode Transom (DMT) che permette di movimentare il portellone del garage verso l’alto e verso il basso, agevolando le operazioni tecniche e creando una beach area esterna, è arricchito dalla creazione di un’ulteriore lounge interna, degna di un mega yacht e illuminata da una grande finestratura a scafo. L’invaso per il tender (disponibile fino a oltre 5 metri e mezzo di lunghezza) può essere in parte coperto da una pavimentazione a scomparsa, che amplia ulteriormente la superficie interna della beach area.

PONTE PRINCIPALE 

L’apprezzata disposizione degli ambienti interni di Custom Line sfrutta al meglio i volumi generosi della Navetta 37, garantendo una nuova e attenta organizzazione dei flussi a bordo, totale privacy per l’Armatore e i suoi ospiti, e un’ampia libertà di movimento per il comandante e l’equipaggio.

Tutta l’imbarcazione è personalizzabile a livello di decoro. 

Come ogni Custom Line, Navetta 37 è infatti una tela bianca sul mare, che l’Armatore può disegnare e colorare assistito dagli architetti e designer del Centro Stile Ferretti Group.

Il ponte principale si apre con un ampio pozzetto interamente dedicato al relax.

Il salone interno è organizzato in living e zona pranzo, a destra della quale una vetrata a tutt’altezza si apre sul camminamento a dritta. Su richiesta, la stessa soluzione è applicabile anche a sinistra.

La parte centrale del ponte vede a dritta la lobby con bagno giorno e le scale per salire al ponte superiore o scendere alle cabine ospiti.

Sulla murata sinistra si trova invece un disimpegno dove preparare le portate e provvedere ad altre attività, dotato di food lift per il servizio sull’upper deck.

Procedendo verso prua si accede alla cucina, dalla quale si sale in plancia e si scende anche in zona equipaggio.

La zona a prua del ponte è invece interamente dedicata all’Armatore, che beneficia di una suite wide body dai volumi degni di un mega yacht. La zona studio introduce alla cabina matrimoniale. Alla sinistra del letto una porta si apre alla cabina armadio, mentre ad estrema prua si trova il bagno, con duplice accesso. I designer Custom Line lo hanno pensato in modo che possa adattarsi ai desideri dell’Armatore, con servizi separati, doppio lavabo, doccia centrale e vasca da bagno a sinistra.

int_z_cln37_01PONTE INFERIORE 

Naturalmente illuminate dalle nuove e sempre maggiori vetrate a scafo, le quattro cabine ospiti sono vere e proprie suite a pelo d’acqua. Le due a poppa e quella a prua di sinistra sono identiche negli allestimenti, con cabina matrimoniale e zona studio/vanity, bagno privato e guardaroba calpestabile. La cabina a dritta di prua prevede invece due letti separati, sempre con bagno privato.

La zona equipaggio, a prua, è dotata di ampia dinette, laundry e diversi vani stivaggio. Sei i posti letto per marinai e hostess, suddivisi in tre cabine con letti a castello, ognuna con bagno privato.

int_z_cln37_03PONTE SUPERIORE E ZONA ESTERNA A PRUA 

Paragonabile per dimensioni al ponte principale, l’upper deck offre spazi sorprendenti per gli ospiti e un comfort considerevole anche per il comandante, che ha a disposizione una cabina privata completa di bagno separato e comunicante con la plancia. Gli ospiti possono salire al ponte sia dal pozzetto sia dalla lobby interna a centro barca.

Il pozzetto panoramico è organizzato in un’ampia zona lounge di poppa interamente personalizzabile, oltre la quale, verso prua, si trova il tavolo per pranzare all’aperto.

Il salone interno è un vero e proprio salotto panoramico a picco sul mare, grazie anche ad alcune finestrature apribili su entrambe le murate.

Nella zona a prua, oltre la cabina del comandante, si trova la grande sala di comando, dall’ampia visuale e dotata di un duplice accesso ai camminamenti esterni, dove si trovano anche le due stazioni di manovra. L’innovativa plancia integrata che la domina è dotata di sei monitor multi-touch, tramite i quali il comandante può agevolmente controllare i principali sistemi installati a bordo, fra cui la navigazione, il monitoraggio, i motori e la timoneria.

Agli ospiti è riservato un ulteriore passaggio esclusivo dalla lobby panoramica verso la zona esterna a prua, dove si trova un esclusivo privée che può essere arricchito da tendaggi e paraventi, a protezione dal sole e dagli sguardi indiscreti. Il priveé è allestito con un grande sofà, due tavolini e ampio prendisole, sotto al quale è nascosto un garage per il secondo tender o la moto d’acqua. Su richiesta, il garage può essere sostituito con una scenografica vasca idromassaggio con prendisole laterali.

ext_cln37_14PONTE SOLE 

il sun deck di Navetta 37 è un ponte privato interamente dedicato al relax, grazie a un aerodinamico hard top sostenuto da un montante centrale che garantisce massima copertura all’intera zona lounge e mantiene, al tempo stesso, il profilo generale filante ed estremamente pulito.

La zona a poppa, arredabile free-standing, conduce alla parte centrale dove si trova un mobile con grill, frigorifero e ice-maker.

Il sofà centrale con tavolo introduce all’accesso alla vasca idromassaggio e ai grandi prendisole di prua, attraverso le due scenografiche colonne che sostengono l’hard top.

In alternativa, l’hard top può essere sorretto ai lati da un roll bar, soluzione che permette di aumentare ulteriormente la superficie calpestabile al centro del ponte.

TECNOLOGIA E PRESTAZIONI 

Navetta 37 installa di serie il sistema di gestione d’infotainment VOTIS (Videoworks One Touch Infotainment System), che sostituisce con un unico supporto i telecomandi dei vari dispositivi ed è espandibile al sistema di domotica in tutti gli ambienti, oltre a essere gestibile tramite smartphone e tablet dell’Armatore e dei suoi ospiti.

Il nuovo super yacht, inoltre, rappresenta un ulteriore passo avanti anche in termini di comfort acustico. Oltre al particolare giunto elastico nelle linee di trasmissione, che assorbe le vibrazioni della linea d’asse, gli ingegneri di Ferretti Group hanno progettato, con il supporto di consulenti specializzati, soluzioni innovative per minimizzare l’impatto sonoro attraverso analisi matematiche mirate, dedicate a ogni singola e diversa sorgente di rumore e alla sua posizione nell’insieme della barca. In particolare i ponti sono stati realizzati con pavimentazione flottante che abbatte la trasmissione sonora dalla sala macchine agli ambienti abitativi e ammortizza il calpestio.

ext_cln37_16L’obiettivo è trovare la migliore combinazione possibile fra metodologia e materiali in fase di costruzione dell’imbarcazione e di montaggio degli apparati, arrivando a livelli di comfort consoni alle aspettative di prodotto.

Il concetto di massimo comfort viene perseguito anche nella fase di ormeggio all’ancora, grazie alle pinne stabilizzatrici elettroidrauliche con funzionalità underway e zero speed, che contrastano il rollio e che sono installate standard. Su richiesta, possono essere aggiunti gli stabilizzatori giroscopici.

Per quanto concerne la motorizzazione, la nuova ammiraglia semi-dislocante Custom Line offre ben cinque diverse possibilità, dagli 8 fino a 12 cilindri. Queste opzioni offrono all’Armatore la massima varietà di scelta di propulsori, a seconda del modo che ognuno ha di vivere il mare.

Leave a comment

Name*

Website

Comment