Skip links

Philippe Briand, innovazione a tutto campo

Vertigo, Gliss, il Perini Navi P2, tanti progetti per CNB e poi Mari-Cha III e Mari- Cha IV. Questo tra i saling yacht. Nel mondo del motore i progetti legati al nome Vitruvius®, ma anche Enigma, il refit di una nave militare scozzese per il controllo della pesca in Nord Atlantico trasformata in un incredibile explorer vessel.

Sono solo alcuni dei progetti firmati da Philippe Briand, francese di nascita ma che da anni opera dal suo studio di Londra. Briand si avvicina alla vela da ragazzino e progetta la sua prima imbarcazione a 22 anni. La passione per la vela lo porta presto a disegnare scafi da regata e a entrare tra i pochi progettisti che hanno disegnato barche per l’America’s Cup. Tra il 1986 e il 2000 Briand firma otto sfidanti alla coppa compresi French Kiss e Ville de Paris. È anche da queste esperienze che esce il secondo Mari-Cha, il Mari-Cha IV che nel 2003 con sei giorni, 17 ore e 52 minuti stabilisce il primate (tutt’ora imbattuto) sulla traversata dell’Atlantico. Allo stesso tempo Briand firma una lunga serie di imbarcazioni per il cantiere Jeanneau nelle flotte First e Sun Odissey e un’altrettanto lunga serie di one off per CNB e Perini Navi. Poi nel 2010, il varo del 50 metri Exuma dai cantiere Picchiotti, primo esemplare della linea Vitruvius® con la quale Philippe Briand segna un punto di svolta nel mondo del design e della progettazione di grandi yacht.

http://vitruviusyachts.com/

www.philippebriand.com/

Leave a comment

Name*

Website

Comment