Skip links

Arcadia Yachts si rinnova

A sette  anni dalla sua nascita, il cantiere Arcadia Yachts,  che nel 2010 ha rivoluzionato il mercato nautico internazionale con le sue imbarcazioni dal design unico che annulla il confine tra interni ed esterni creando un solo spazio – ha il piacere di annunciare il suo nuovo “percorso” che è stato presentato il 16 maggio a Milano in occasione del Montenapoleone Yacht Club 2017.

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_003_0700

Per questo nuovo “corso stilistico” Arcadia affida il design di interni ed esterni allo studio milanese Hot Lab, celebre per il suo approccio raffinato, giovane ed innovativo, capace di conciliare contemporaneità ed eleganza e di esaltare, in tutti i suoi yacht, quella “timeless beauty” che lo ha reso famoso nel mondo.

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_003_0710

Ugo Pellegrino, Amministratore Unico di Arcadia ha così commentato la nuova collaborazione: “Siamo convinti che il successo di un cantiere, e quindi anche di Arcadia, sia legato all’intera esperienza che l’armatore ed il suo entourage vivono dal momento in cui si inizia a pensare ad un nuovo yacht a quando decide di venderlo per comprarne un altro… oltre che ovviamente alla sua possibilità di realizzarlo. In tal senso il ruolo dello studio di design nella primissima fase della relazione gioca un ruolo fondamentale per costruire una relazione cliente – cantiere solida e di massima fiducia. Abbiamo quindi ricercato tra i migliori professionisti dello yacht design chi, oltre a possedere delle ottime competenze tecniche, avesse anche delle capacità di ascolto e di empatia straordinarie. Solo immedesimandosi appieno con l’armatore si riescono a capire le sfumature dei desideri dei clienti e immaginare, disegnare quei dettagli che fanno davvero la differenza di un progetto di pieno successo in ottica semi-custom. Dopo una scelta estremamente ponderata e qualche progetto “pilota” su cui avevamo già collaborato, abbiamo quindi ritenuto che il miglior partner con cui costruire la Arcadia2.0 fosse lo studio di design Hot Lab. Sono sicuro che la collaborazione con Hot Lab ci premierà anche alla luce dei primi progetti e soprattutto delle relazioni che si stanno creando e sviluppando sia con armatori ARCADIA sia con nuovi.”

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_003_0810

«Il senso del nostro lavoro con Arcadiasarà quello di contribuire alla continua evoluzione di questo marchio così all’avanguardia», spiega Antonio Romano Partner di Hot Lab.

«L’obiettivo, infatti, è sviluppare con il cantiere le caratteristiche vincenti di Arcadiaalla luce dei brief ricevuti dai clienti. Quella di Arcadia è una realtà ormai consolidata e vincente alla quale ci siamo accostati con grande rispetto ed enorme piacere perché abbiamo toccato con mano la qualità del prodotto e la professionalità del management e delle maestranze».

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_003_0750

Il primo progetto firmato Hot Lab sarà il 100+ che, come il nome suggerisce, sarà l’evoluzione del fortunato 30 metri presentato durante lo scorso Cannes Yachting Festival. «In linea di massima rispetteremo le linee “maschili”, sfaccettate e nette che rappresentano il family feeling del cantiere, da noi reinterpretate per sviluppare ulteriormente gli spazi di convivialità e quelli all’aperto che rappresentano la quintessenza ogni yacht Arcadiaspiega Antonio Romano.

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_002-6

Le finestrature a tutta altezza – con luce naturale anche dall’alto – le generose aree esterne, i pannelli solari di ultima generazione e l’approccio eco-green della gamma saranno quindi mantenuti a fronte di un aumento dei “benefici living” per gli ospiti, che si tradurranno in un ampliamento dell’upper-deck e nell’ottimizzazione della zona prodiera, nel miglioramento dei flussi e degli accessi fino a un posizionamento ancora più efficiente delle scale. Grande valore è stato dato alla convivialità e al relax a bordo: l’aft deck offre la possibilità di ospitare fino a 10 persone comodamente sedute per una cena formale, così come spazio per altri 12 ospiti nella zona lounge, che può trasformarsi in ulteriore spazio cena, offrendo quindi all’armatore la possibilità di ospitare a tavola oltre 20 persone. Il medesimo principio è stato seguito nella realizzazione dell’intero ponte superiore, che mescolando sapientemente spazi interni ed esterni diventa un’ulteriore splendida area di relax, dalla quale osservare l’ambiente circostante nella privacy più totale.

La rivisitazione del layout, in particolare degli esterni, ha anche consentito una nuova modalità di comunicazione e passaggio tra i vari ponti sempre a favore di un’esperienza interna-esterna unica.

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_002-2

Hot Lab ha studiato cinque diverse opzioni di layout interno per soddisfare qualsiasi esigenza armatoriale, facilitare le scelte progettuali (e ridurre così le tempistiche di sviluppo), proponendo un decor contemporaneo e minimale che ben si lega a quello esterno, e “giocando” costantemente sull’interscambio dentro – fuori.

HL_Arcadia_100ft_3d_Exterior_Rendering_002-1

Lo stile degli interni è asciutto, pulito eppure ricco di dettagli e materiali. Attira l’attenzione di chi ci si avvicina per la prima volta facendogli scoprire nuove sfaccettature ad ogni sguardo. Un sapiente mix di design contemporaneo e neo-decorativismo, che unisce prodotti tipici del grande design italiano a materiali esotici e poco usati come il legno di Carbalho e i pannelli in resina.

Scatola architettonica e contenuto si fondono insieme, dando sempre l’impressione che ogni dettaglio sia stato pensato con cura e che ci si trovi a bordo di un vero e proprio attico a pelo d’acqua. Materiali più dolci, come pelle, cotone e legni caldi, quali il rovere naturale e piccoli tocchi di ebano, completano la paletta colori, che abbraccia tutto lo spettro dei grigi caldi, del sabbia, del crema chiaro, del nero e bianco. Un ambiente riposante che, pur nel grande lusso della sua composizione, rimane caldo ed avvolgente.

 

Leave a comment

Name*

Website

Comment