Skip links

Le mitiche 10

Perché una barca ci fa innamorare?

Non sono solo le linee o il disegno della tuga, non sono le vittorie o la sua velocità. E’ tutta una questione di cuore. 
Abbiamo scelto le 10 barche di ogni tipo e misura che hanno fatto la storia della vela e ancora oggi emozionano, rigorosamente in ordine di lunghezza. 

1. Swan 65 Peak
19,80 m. • 1973
S&S
Per molti, è la barca più elegante di tutti i tempi. Linee classiche, armo a ketch, capace di grandi prestazioni. Sayula, il primo esemplare mai costruito, vinse addirittura la prima edizione della Whitbread. Correva l’anno 1973.

2. Karenita
22,94 m. • 1929
Alden
Correva l’anno 1929 quando scendeva in acqua questo gioiello che col nome di Scirocco fu la “casa” del grande divo Errol Flynn. è ancora oggi considerata una delle barche classiche più eleganti di ogni tempo.

3. Longobarda
24,32 m. • 1988
Farr
è la barca che segnò la fine del monopolio degli scafi firmati Frers nell’ambito dei maxi da triangolo. Uno dei suoi segreti? La zavorra in piombo che costituisce il fondo dello scafo.

4. Steinlager 2 
25,5 m. • 1988
Farr
Al comando di Peter Blake vinse la Whitbread del 89-90, dominando ogni tappa. Immortale.

5. Stealth 
26 m. • 1996
Frers
Il genio di German Frers a disposizione dell’avvocato Agnelli: voilà un 26 metri tutto in carbonio, capace anche di vincere il Fastnet.

6. Southern Wind 100 
30,2 m. • 2006
Farr
Uno dei modelli di maggior successo del cantiere sudafricano che ha cambiato il mondo dei maxi, realizzando piccole serie di scafi uguali, contenendo (si fa per dire) i costi.

7. Mariquita 
31,22 m. • 1911
Fife & Son
Elegantissimo, merita di essere il lista anche solo perché è l’unico 19 metri S.I. ancora navigante.

8. Ghost 
37 m. • 2005
Brenta
Un gioiello la cui tuga in vetro ha segnato un’epoca, insieme al fatto che pozzetto e quadrato creavano un unico grande spazio.

9. Mari-Cha IV 
42,32 m. • 2003
Briand
Due alberi gemelli, scafo in fibra di carbonio, capace di raggiungere i 40 nodi di velocità. Bastano i suoi numeri per renderlo immortale.

10. Wally Esense
43,7 m. • 2006 Tripp
Il gioiello sfornato dal cantiere di Bassani è il 43 metri Wally Esense, disegnato da Bill Tripp. Ovviamente appartiene alla linea custom e si può condurre in solitario: il ponte è sgombro, sono 17 le tonnellate di carbonio impiegate per lo scafo. Con Esense la tecnologia applicata alla vela d’altura ha raggiunto livelli tali da far apparire preistoriche le altre imbarcazioni.

 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Name*

Website

Comment